Logo progetto PPROSPOT Logo LIFE
 
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow
  • An Image Slideshow

Ultime dal forum

 
  • Nessun messaggio da mostrare.
 
 
 
 
Problematica e obiettivi
  PDF Stampa E-mail  
 

Problematica e obiettiviNei boschi italiani dell’area mediterranea e appenninica si riscontra una progressiva semplificazione della composizione specifica delle formazioni forestali, soprattutto a danno di alcune latifoglie, chiamate comunemente, proprio per la loro scarsa presenza “specie forestali sporadiche”.

Tale semplificazione può essere attribuita a vari fattori tra cui:

  • minore competitività rispetto alle specie numericamente dominanti;
  • tecniche colturali che puntano a massimizzare la produzione di biomassa a fini energetici senza tenere conto delle potenzialità alternative (legname per mobili, artigianato ecc.) dettate dalle caratteristiche peculiari di ogni area;
  • progressivo invecchiamento dei boschi governati a ceduo che, passando a strutture simili a quelle delle fustaie, tendono a formare soprassuoli monospecifici e monoplani a svantaggio della presenza delle specie meno competitive;
  • scarsa conoscenza da parte di proprietari e imprese forestali di tecniche alternative rispetto a quelle tradizionali;
  • difficoltà nell’ottenimento di autorizzazioni per interventi non tradizionali di gestione del bosco per mancanza di indicatori tecnici che consentano una semplice verifica della corretta esecuzione delle pratiche selvicolturali innovative.

 

Problematica e obiettiviQuesto progetto, dato lo scenario sopra esposto, si propone l’obiettivo generale di rendere applicabile un nuovo approccio selvicolturale e gestionale in grado di garantire un maggiore livello di biodiversità forestale grazie a un incremento significativo della specie sporadiche, che in alcuni casi possono contribuire anche ad un innalzamento del valore economico dei boschi stessi, fornendo legname di pregio.

In funzione del raggiungimento dell’obiettivo generale, gli obiettivi specifici del progetto PProSpoT sono:

  • fornire modelli selvicolturali e gestionali sostenibili sia sul piano ambientale che su quello economico e sociale, a scala aziendale, locale ed europea;
  • incrementare la consapevolezza sul problema e sulle tecniche gestionali e selvicolturali applicabili agli operatori di settore e ai vari portatori di interesse;
  • fornire indicatori tecnici che consentano una semplice verifica della corretta esecuzione delle pratiche selvicolturali e che possano favorire un processo di aggiornamento della normativa forestale vigente.
 
 
 
BonusThemes.com
Go to top
#fc3424 #5835a1 #1975f2 #777c03 #7975ca #1017d9

Site made by

Compagnia delle Foreste
P.I.: 01726650516